Tre passi nella storia….

Postato il

Vi intrigano le storie piene di riferimenti al passato? Eccovi subito qualche suggerimento! Partiamo da un romanzo  ambientato durante la seconda La primavera del lupoguerra mondiale:  è La primavera del lupo  (Sellerio 2013),   del premio Campiello Andrea Molesini. Attraverso la voce di Pietro , un bambino di 10 anni, Molesini racconta la fuga dai nazisti di una compagnia improvvisata ed inedita composta da due bambini, due sorelle ebree e una suora. È il marzo 1945: il gruppo parte dal convento di San Francesco del Deserto (e già: proprio dall’isola lagunare) per raggiungere, tra ostacoli e disavventure, un rifugio nella Val di Sole, alla  fine della guerra.  La fuga, i numerosi incontri, la tragedia della guerra: tutto è descritto con l’ingenuità  infantile di Pietro; si alternano alle impressioni di Pietro le pagine del diario di suor Elvira, che narrano con la lucidità dell’adulto la drammatica disperazione della guerra.  Dettaglio per noi non trascurabile: la prima parte del romanzo è ambientata nella laguna di Venezia e San Francesco del deserto, Sant’Erasmo e Punta Sabbioni fanno da sfondo alla fuga dei protagonisti.
venti corpi nella neveGli amanti del thriller apprezzeranno, invece,  Venti corpi nella neve, romanzo d’esordio di Giuliano Pasini (Fanucci Time crime, 2012): la quiete di  Case Rosse, piccolo borgo nell’appennino Tosco Emiliano,  viene turbata da un crudele delitto. L’indagine viene affidata a Roberto Serra, giunto a Case Rosse per cercare pace e tranquillità e alle prese, invece, con  un crimine che ha le sue radici nel passato, nella guerra e nelle lotte partigiane. fragileg
E, infine, Fragile come un ponte di sabbia (Ciesse, 2013) secondo romanzo della scrittrice veneziana Roberta Di Odoardo. Ritroviamo Arianna, insegnante e investigatrice provetta, costretta a confrontarsi con il ritrovamento, nella chiesa adiacente al suo appartamento,  del corpo mummificato di un monaco vissuto nel XVI secolo.  Non mancheranno i colpi di scena in un romanzo ambientato tra Venezia, l’isola  del Lazzaretto Nuovo,  e …  Ca’ Savio.
Buone letture a tutti!

Annunci

Un pensiero riguardo “Tre passi nella storia….

    […] il Premio Comisso, il Premio Città di Cuneo Primo Romanzo, il Premio Latisana per il Nord-Est. La primavera del lupo (Sellerio 2013), il suo secondo romanzo, è in corso di traduzione in francese e […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...