Narrativa

Stagione 2017/18

I componenti del Gruppo di lettura di narrativa hanno votato un elenco di romanzi per la stagione 2017/18.
I primi in classifica sono:
La ballata di Iza, di Magda Szabo (68 voti);
Controvento, di Federico Pace (66 voti);
La famiglia Karnowski, di Israel J.Singer (64 voti);
Ernesto, di Umberto Saba (64 voti);
La città della gioia, di Dominique Lapierre (62 voti);
La ballata di Temi, di Michele Zanetti (62 voti);
Mala aria, di Antonella Benvenuti (61 voti);
La pergamena della seduzione, di Gioconda Belli (61 voti).
Ma eccovi l’elenco completo:
http://bimetrove.regione.veneto.it/SebinaOpac/.do?sysb=PVE&idBib0=421221775927

 Tutti i libri della stagione 2016- 2017

  • Il bosco delle volpi impiccate, di Arto Paasilinna
  • Rosa Candida, di Auður Ava Ólafsdóttir
  • Odore di chiuso, di Marco Malvaldi
  • La lunga attesa dell’angelo, di Melania G. Mazzucco

I tre libri condivisi con il coordinamento Un anno vissuto letterariamente e proposti da Andrea Molesini:

  • Jean D’Ormesson, A Dio piacendo, Beat edizioni, 2016
  • Philipp Meyer, Il figlio, Einaudi, 2014
  • Giuseppe Tomasi di Lampedusa, Il Gattopardo, Feltrinelli (varie edizioni)

La cinquina finalista del Premio Campiello 2017 (in un unico incontro):

  • Qualcosa sui Lehman, di Stefano Massini
  • La città interiore, di Mauro Covacich
  • La notte ha la mia voce, di Alessandra Sarchi
  • L’Arminuta, di Donatella di Pietrantonio
  • La ragazza selvaggia, di Laura Pugno

Tutti i libri della stagione 2015 – 2016

È luglio ed è il momento di fare un bilancio sulla stagione 2015/2016. Durante l’incontro del 13 luglio, i partecipanti hanno “votato” i libri letti nei mesi precedenti. Ecco a voi la classifica (punteggio da 1 a 5): siete d’accordo con i giudizi del nostro gruppo?

Doris Lessing, Il diario di Jane Somers, Feltrinelli 4,91
Romain Gary, La vita davanti a sé, Neri Pozza 4,50
Antonio Scurati, Il tempo migliore della nostra vita, Bompiani 4,10
Patrick Modiano, Dora Bruder, Guanda 3,50
Pier Paolo Pasolini, Ragazzi di vita, Garzanti 3,36
Andrew Sean Greer, La storia di un matrimonio, Adelphi 3,27
Andrea Molesini, Presagio, Sellerio 2,91
Fulvio Ervas, Tu non tacere, Marcos y Marcos 2,56

Tutti i libri della stagione 2014 – 2015!

Come ogni anno, nel mese di ottobre parte la nuova stagione dei gruppi di lettura. Abbiamo già programmato la lettura di 12 libri che incrociano tre percorsi diversi:

– Leggere il Novecento
– Protagonista lei (progetto condiviso con altri GdL)
– Approfondimenti (libri legati agli incontri dei Caffè letterari o a particolari iniziative).

Leggere il Novecento: persone, idee ed eventi che hanno segnato la storia del XX secolo

Copertina di Balzac e la piccola sarta cineseNadine Gordimer, Storia di mio figlio, Feltrinelli
Dai Sijie, Balzac e la piccola sarta cinese, AdelphiSandor Marai, Le braci, Adelphi
Kazuo Ishiguro, Quel che resta del giorno, Einaudi
Philip Roth, Indignazione, Einaudi

Protagonista lei (percorso condiviso)

Alice Munro, Troppa felicità, Einaudi
Jonathan Coe, La pioggia prima che cada, Feltrinelli
Antonella Cilento, Lisario, Mondadori

Approfondimenti

Giorgio Fontana, Morte di un uomo felice, Sellerio (premio Campiello 2014)
Francesco Maino, Cartongesso, Einaudi (premio Calvino 2013)
James Joyce, Gente di Dublino, varie edizioni

Antonella Cilento a PordenoneleggeGli incontri si terranno, indicativamente, il primo mercoledì del mese, alle 18.30. Il primo incontro, però, è previsto mercoledì 22 ottobre 2014, alle 18.30, in biblioteca.

Per partecipare agli incontro del Gruppo di lettura, puoi compilare il modulo di iscrizione e consegnarlo in biblioteca (via Concordia 37, Ca’ Savio – Cavallino-Treporti) anche via e-mail (biblioteca@comunecavallinotreporti.it).

modulo di iscrizione al Gruppo di lettura di narrativa

Il tema del Gruppo di lettura 2013/14 è GENITORI E FIGLI

Quest’anno, il nostro gruppo condivide un percorso di letture con altri GdL della Regione Veneto. Il tema e i titoli sono stati proposti dalla scrittrice e critica letteraria Laura Lepri, con cui i Gdl si incontreranno la prossima primavera, a Verona, per discutere tutti insieme la cinquina di libri scelta e condivisa da tutti i lettori.

Gli incontri si terranno in biblioteca (via Concordia 37 – Cavallino-Treporti), alle 18.30, nelle date di seguito riportate:

– 11 novembre: Il senso dell’elefante, di Marco Missiroli, Guanda 2012

Senso dell'elefanteAbstract: La devozione verso tutti i figli, al di là dei legami di sangue: è il senso dell’elefante, codice inscritto in uno dei mammiferi più controversi, e amuleto di una storia che comincia in un condominio di Milano. Pietro è il nuovo portinaio, ha lasciato all’improvviso la sua Rimini per affrontare un destino chiuso tra le mura del palazzo su cui sta vegliando. Era prete fino a poco tempo prima, ora è custode taciturno di chiavi e appartamenti, segnato da un rapporto enigmatico con uno dei condomini, il dottor Martini, un giovane medico che vive con moglie e figlia al secondo piano. Perché Pietro entra in casa di Martini quando non c’è? Perché lo segue fino a condividere con lui una verità inconfessabile?
Il segreto che li unisce scava nel significato dei rapporti affettivi, veri protagonisti di un intreccio che si svela a poco a poco, arrivando all’origine di tutto: una ragazza conosciuta da Pietro quando era un sacerdote senza Dio, in una Rimini dura e poetica, a tratti felliniana. Qui inizia questa storia che accompagna i suoi personaggi nella ricerca di un antidoto alla solitudine dei nostri tempi, verso una libertà di scelta, e di sacrificio (http://www.guanda.it)

– 16 dicembre: L’isola di Arturo, di Elsa Morante, Einaudi.

L'isola di ArturoAbstract

Il romanzo è un’esplorazione attenta della prima realtà verso le sorgenti non inquinate della vita. L’isola nativa rappresenta una felice reclusione originaria e, insieme, la tentazione delle terre ignote. L’isola, dunque, è il punto di una scelta e a tale scelta finale, attraverso le varie prove necessarie, si prepara qui, nella sua isola, l’eroe ragazzo-Arturo. E’ una scelta rischiosa perché non si dà uscita dall’isola senza la traversata del mare materno; come dire il passaggio dalla preistoria infantile verso la storia e la coscienza.
Il romanzo è un’esplorazione attenta della prima realtà verso le sorgenti non inquinate della vita. L’isola nativa rappresenta una felice reclusione originaria e, insieme, la tentazione delle terre ignote. L’isola, dunque, è il punto di una scelta e a tale scelta finale, attraverso le varie prove necessarie, si prepara qui, nella sua isola, l’eroe ragazzo-Arturo. E’ una scelta rischiosa perché non si dà uscita dall’isola senza la traversata del mare materno; come dire il passaggio dalla preistoria infantile verso la storia e la coscienza. (http://www.biblioclick.it/GruppiDiLettura/SebinaYOU.do)
AbstrPapà Goriotact: A Parigi, nella pensione di Mme Vauquer abitano Eugène de Rastignac, uno studente povero ma ambizioso, Vautrin, che si saprà essere un forzato evaso, e Goriot, un vecchio che sembra roso da una pena segreta. A poco a poco Eugène scopre il segreto di Goriot: si è rovinato per assicurare una vita agiata alle sue due figlie Anastasie e Delphine che, sposate a due nobili, vedono il padre solo per estorcergli i pochi soldi rimasti. Durante un furioso litigio tra le figlie alla presenza del padre, questi ha un attacco di apoplessia.Nell’agonia, in preda al delirio, Goriot crede che le figlie, che sono a un ballo, siano presenti e muore benedicendole. Eugène sarà l’unico che seguirà il funerale del vecchio. (www.goodreads.com)
– (ANTICIPATO AL 17 FEBBRAIO)  3 marzo: Il ballo, di Irene Nemirovsky, Adelphi.
Il balloAbstract
La quattordicenne Antoinette decide di gettare nella Senna tutti gli inviti che la madre, volgare e arcigna parvenue, ha stilato per il ballo destinato a segnare il suo ingresso nella brillante società parigina. È una vendetta, che la ragazza consuma nei confronti della madre. In poche pagine, con una scrittura scarna ed essenziale, l’autrice riesce a raccontare un dramma dell’amore, del risentimento e dell’ambizione. Irène Némirovsky, nata a Kiev nel 1903, è morta ad Auschwitz nel 1942 ( http://www.biblioclick.it/GruppiDiLettura/SebinaYOU.do)
bg_transparentpixel-vfl3z5WfW
Nati due volteChe cosa succede in una famiglia quando nasce un figlio handicappato, come si evolvono le paure, le speranze, l’angoscia, le normali esperienze di tutti i giorni. Come reagiscono i familiari, gli amici, i medici, “la gente”, e il padre, la madre, il fratello. I bambini disabili, come suggerisce il titolo, nascono due volte: la prima li vede impreparati al mondo, la seconda è una rinascita affidata all’amore e alla intelligenza degli altri. Coloro che nascono con un handicap devono conquistarsi giorno per giorno, più degli altri il proprio diritto alla felicità. Il libro è un romanzo coraggioso e anticonformista che alterna a pagine tese, drammatiche e commoventi altre eccentriche o decisamente comiche. ( http://www.biblioclick.it/GruppiDiLettura/SebinaYOU.do)

my gruppo-di-lettura shelf:
Biblioteca Cavallino-treporti's book recommendations, liked quotes, book clubs, book trivia, book lists (gruppo-di-lettura shelf)


Il tema del Gruppo di Lettura nel 2012/2013 è IL SOGNO AMERICANO

Gli incontri si terranno in biblioteca (via Concordia 37 – Cavallino-Treporti) ogni primo lunedì del mese, alle 18.30 (alcune date potranno essere variate rispetto al calendario). Gli incontri di gennaio e marzo saranno condivisi con il gruppo dei Giovani e si terranno in luogo e orario da definire.

I pionieri europei che si stabilirono negli Stati Uniti erano convinti che, lavorando sodo, con coraggio e ostinazione, avrebbero raggiunto il successo e la prosperità economica. Nasce da qui Il sogno americano, trasmesso alle generazioni seguenti e ora messo in discussione dalla crisi economica. Ma come viene vissuto, il letteratura, il sogno americano? Per dare una risposta, abbiamo raccolto delle tracce in un percorso di lettura:

ottobre: Il Grande Gatsby, di F. Scott Fitzgerald. Pubblicato nel 1925, per molti versi è il romanzo simbolo del sogno americano.

5 novembre: Il romanzo della grande crisi:  nel 1929 il mondo fu attraversato da una grande crisi economica. In America, i mezzadri persero terre e casa e furono costretti ad emigrare per lavorare come braccianti. J. Steinbeck ha dato testimonianza della grande crisi in due romanzi che sono ormai dei classici della letteratura: Furore e Uomini e topi.

3 dicembre: LIBRO GIOVANE. Il gruppo dei “Giovani del Bando” proporrà la lettura di uno o due libri che ritengono particolarmente interessanti: ne discuteremo assieme a loro nell’incontro del mese seguente.

7 gennaio (la data potrebbe subire variazioni): Lavoro, successo, precariato. Nel capolavoro di Arthur Miller, Morte di un commesso viaggiatore, Willy Loman aspira al successo e al benessere materiale, per sé e per la sua famiglia: un’aspirazione ostinata che porta alla conclusione tragica del dramma. Ma c’è un altro modo di vivere il lavoro, così tipico dei giovani ai nostri tempi: il precariato. Ce lo racconta, con un sorriso ironico, Michela Murgia ne Il mondo deve sapere.

4 febbraio: LIBRO GIOVANE. Il gruppo dei “Giovani del Bando” proporrà la lettura di uno o due libri che ritengono particolarmente interessanti: ne discuteremo assieme a loro nell’incontro del mese seguente.

4 marzo: Emigrare per un sogno. Partire per trovare riscatto: è un tema che ritorna in vari romanzi, tra cui Che paese è l’America, di Frank McCourt, e Vita, di Melania Mazzucco. Tra i viaggi per il successo, anche quelli degli intellettuali, come ci racconta John Fante, in questo romanzo che è considerato da molti il suo “testamento”: Sogni di Bunker Hill.

(8) aprile: La famiglia americana. Una serie di affreschi della famiglia americana tra i sogni e la realtà amara della crisi: Le correzioni, celeberrimo romanzo di Jonathan Franzen, che tra cronaca e flashback racconta la storia di due generazioni.  Una famiglia americana, di J. Carol Oates: ambientato negli anni ‘70, il romanzo accompagna la vita di una famiglia americana  colpita da un evento drammatico, “una cosa” che li trasforma. Revolutionary road, di P. Yates, è ambientato negli anni ‘50; sotto l’apparente serenità di una giovane famiglia, si insinuano tensioni  e ipocrisia. Infine A sangue freddo, di Truman Capote, è uno dei primi “romanzi verità”: il racconto dello sterminio di una famiglia americana è tratto da un fatto di cronaca.

6 maggio: La crisi oggi. Oggi torniamo a parlare di crisi, se ne parla in Italia, in Storia della mia gente, di E. Nesi; se ne parla, di nuovo in America, in Sunset Park di P. Auster, che si apre con la desolante immagine di una casa confiscata, se ne parla, naturalmente, in Grecia, con i primi due volumi di una trilogia di romanzi polizieschi di P. Markaris: Prestiti scaduti e L’esattore.

********************************

Il tema di quest’anno è Letteratura alla fine e ai confini. Un tema che allude ammiccando alla profezia dei Maya, per proporre letture che parlino di “fine del mondo” o di confini tra realtà e dimensioni diverse.

Il Gruppo di lettura di narrativa, nella stagione 2011/2012, si incontrerà ogni primo lunedì del mese, alle 18.00, presso la biblioteca comunale.

Ecco il calendario degli incontri:

7 novembre: Il gruppo con l’autore: discussione sui libri  La parte migliore di me di Fabio Amadi, Sapori e profumi di paradiso, di Concetta Voltolina Kosseim e Il segreto dei tre campanili, di Roberta di Odoardo.

5 dicembre: Alla fine del mondo:  romanzi con lo scenario dei disastri ambientali che rischiano di portare il mondo “alla fine del mondo”. Tra i titoli proposti:  Il mondo alla fine del  mondo, di Luis Sepulveda.

Link alla scheda su Anobii

14 gennaio: tutti i gruppi di lettura si incontrano alla presentazione del poetico diario “Il segreto delle fragole“, presso il Centro Civico,ore 17.30.

6 febbraio: Un confine per la libertà: per i migranti, il confine rappresenta la fine dell’oppressione, l’inizio della libertà. I titoli proposti sono: Nel mare ci sono i coccodrilli, di Fabio Geda, Uomini sotto il sole, di Ghassan Kanafani e Fino alla vita, di Alem Saidy e Gianpaolo Gianni.

5 marzo: Ai confini dell’universo: grandi autori di fantascienza ci portano agli estremi confini della realtà. Tra i titoli proposti: Il sole nudo, di Isaac Asimov e Cronache marziane, di Ray Bradbury .

2 aprile: Ai confini della follia: che cosa significa “essere normali”?  Si può davvero parlare di follia quando usciamo dagli schemi della queotidianità? Tra i titoli proposti:  Follia, di Patrick McGrath e Lettera al mio giudice, di Georges Simenon.

7 maggio: Ai confini del tempo: tra adolescenza e maturità: crescere e diventare adulti è un mistero tanto grande da aver ispirato generazioni di scrittori. Ma cosa significa diventare adulti, oggi? Tra i titoli proposti: Acciaio, di  Silvia Avallone, Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte, di Mark Haddon.

4 giugno: Ai confini della legalità: olte i confini della giustizia e della legalità si colloca il delitto; attraverseremo il confine con l’aiuto di romanzi gialli, tra cui:  Testimone inconsapevole, di Gianrico Carofiglio, Mi fido di te, di Francesco Abate e Massimo Carlotto e La fine è nota, di Geofrey Holiday Hall.

****

edizione 2010/2011

Il Gruppo di lettura di narrativa si incontrerà, indicativamente, ogni  primo venerdì del mese, in biblioteca, alle ore 18.00, a partire da
venerdì 5 novembre 2010

Tema del percorso 2010/2011 è “Itinerari spazio temporali: viaggio nei sentieri della storia e delle civiltà” : leggeremo romanzi con una forte ambientazione storica, tanto da affiancare alla narrazione una ricostruzione dello spazio e del tempo in cui si svolge la trama.  Gli incontri accompagneranno il fluire del tempo e della storia a partire dall’antica Grecia, terra di miti e di eroi.

Il primo libro che vi affidiamo lettura  è Omero Iliade, di Alessandro Baricco, edito da Feltrinelli.

Omero IliadeAlessandro Baricco rilegge il poema di Omero e ci restituisce un racconto a 24 voci, quanti sono i personaggi che raccontano, in prima persona, le vicende che precedono la caduta di Troia, cantata, alla fine dall’aedo Demodoco. Nata come un’opera destinata alla lettura pubblica, L’Iliade raccontata da Baricco è stata messa in scena a Romaeuropa festival,  nel 2004.

5 novembre 2010: Omero Iliade  di Alessandro Baricco

3 dicembre 2010: Alle origini della nostra storia: Grecia e Roma

7 gennaio 2011: Tra Medioevo e Rinascimento

4 febbraio 2011: Uno sguardo su Venezia, Roma e Gerusalemme

4 marzo 2011: Incontro dedicato alla lettura di un romanzo da Incroci di civiltà

1 aprile 2011: uno sguardo sul Nordest

6 maggio 2011:  istantanee dal Novecento ad oggi: lettura di Il giorno della civetta, di Leonardo Sciascia

3 giugno 2011: spingendo la notte più in là: lettura di Gomorra di Roberto Saviano e di Spingendo la notte più in là di Mario Calabresi

Annunci